DIARIO DI BORDO GENOVA – #DAY3

GENOVA – STRANEZZE CASALINGHE

 

aonx

DIARIO DI BORDO – #DAY3

Terza giornata a Genova. Come sempre per le 11:30 mi sono fatto trovare ai campi e ho iniziato la mia giornata tennistica.

Al mio arrivo era già in corso la partita tra Brkic e Pavlasek, Setic e Cecchinato ed infine Caruso e Smirnov.

Grande lettura per quanto riguarda la prestazione di Brkic: vi avevo detto di averlo visto molto motivato e carico e non ha deluso le mie aspettative, riuscendo addirittura a vincere facilmente la partita.

Nel post partita il bosniaco è rimasto molto sorpreso quando gli ho chiesto una foto: sarò stato l’unico ad averlo calcolato in tutta la sua carriera 😀

brko

…Un felicissimo Brkic nel post-gara vinta…

Meno allegro invece per ovvi motivi il ceco Pavlasek che reduce da una brutta prestazione sottotono dopo essere andato a pagare per l’incordatura delle racchette se ne è scappato via dal circolo in un batter d’occhio, non volendo rilasciare alcuna dichiarazione. Incazzato nero con se stesso!

Nello stesso tempo subiva una brutta ma al contempo programmata sconfitta il compagno di doppio di Brkic: Aldin Setkic. Unico rammarico per lui forse il tie break perso al secondo set dopo che stava conducendo nella partita per 5 giochi a 2 e servizio Cecchinato. Ha avuto numerosi setpoint: non ne ha sfruttato nessuno.

Marco non lo vedo bene, come ieri anche oggi non mi ha convinto. Non penso possa giocarsela con tennisti come Haase, Ramos … troppo altalenante nel corso del match.

Ottima prova invece ancora per Caruso: anche oggi non ha vinto per bravura ma per pizzico di grinta in più. E’ bastato questo per chiudere 2-0 netto su Smirnov!

Prima di pranzare poi mi sono goduto a pieno la partita tra Ramos e Zeballos: mi aspettavo qualcosa in più dall’argentino, troppo falloso e troppo sottomesso al tennista spagnolo. Dal suo canto però Ramos ha dimostrato anche oggi di avere qualcosa in più a tutti questi giocatori: testa e costanza oltre a notevoli abilità tecniche!

batt

...Zeballos e Ramos in riscaldamento nel pre-gara…

Finita questa sfida sono andato a pranzare: oggi cannelloni per primo e Vitelltonnè con purè per secondo. Una cucina quella del circolo veramente buona, alternativa ai soliti panini dei bar proposti negli altri circoli d’Italia. Merita di essere assaggiata e gustata.

E proprio mentre mangiavo nemmeno dieci minuti più tardi mi sono ritrovato Zeballos con il coach proprio al tavolino affianco al mio. Hanno discusso a lungo della partita (in spagnolo) e il coach premeva sul fattore testa e su come un vero giocatore sappia capire quando forzare e fare punto e quando invece semplicemente ribattere: l’argentino infatti deve migliorare tanto sugli errori non forzati.

Per Horacio pranzo light: una coca zera abbinata ad un po’ di mozzarella e prosciutto, oltre che una piccola porzione d’insalata di riso.

zebs

…Zeballos a pranzo dopo la partita persa…

Nel frattempo al tavolo alla mia destra mangiavano prima Setkic, Brkic e coach (solo banane perchè avevano la partita di doppio ancora da disputare presto) e successivamente il doppista Bury che presto è stato raggiunto dal connazionale Haase : i due hanno mangiato insieme, hanno parlato un po’ e alla fine Robin ha tirato fuori 20 € e pagato il pranzo al meno noto Bury, per sua felicità 😀 😀

rbn

…Robin Haase va a pranzare dopo la vittoria su Doumbia in singolo…

E mentre finivo il mio bel pranzetto e riposavo ascoltando a destra i discorsi tra Haase e Bury (non ho capito una mazza, parlavano in olandese) e a sinistra quelli tra Horacio Zeballos e coach (parlavano in spagnolo ed ho capito bene) cominciava ad esserci sempre più movimento per la sfida tra Golubev e Marti.

Sfida dove Marti ha deluso, mentre Golubev ha confermato la crescita di forma che sta pian piano vivendo.

gol

…il kazako Golubev reduce dalla vista al WC un attimo prima dell’inizio del suo match…

A guardare il kazako c’era anche il giovane Matteo Donati: o meglio c’era per modo di dire, perchè guardava più il cellulare che il campo 😉 😉

Mentre guardavo la partita di Golubev sentivo risultati clamorosi proveniente dal centrale: l’acchittata del giorno è stata sfornata da niente meno che Paolino Lorenzi che ha straperso con Volandri per 2 set a 0. Nel secondo set in particolare Lorenzi conduceva 4-1 per poi perdere 5-7. Tanta puzza di accordino tattico tra compaesani…

Alle 17 dopo aver visto un pezzo di doppio di Haase/Marach ho deciso di andare in hotel a riposarmi un po’…

Concludo questo diario per oggi con la foto che tutti Voi aspettavate e che avevo annunciato nel #day2…

cammm

…il fantastico cameraman alle prese con la pazza signora giornalista… cane&gatto…

Domani sera l’esperienza si conclude: si torna a Latina.

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>