DIARIO DI BORDO GENOVA – #DAY2

GENOVA – IL SOLE BOLLE

PROFX

  DIARIO DI BORDO – #DAY2

Seconda giornata di avventure. Verso le 11 mi sono recato a piedi ai campi e solo dopo essere arrivato (e poi il pomeriggio tornato…) mi sono accorto che forse 40 minuti a piedi di strada erano un po’ troppi e che dunque allungavo un po’… un po’ tanto direi, visto che la sera per arrivare a vedere Donati ci ho messo poco meno di 15 minuti :O :O

Bene, allungamenti miei vari a parte, oggi è stata un’altra giornata molto calda qui a Genova: il sole bruciava e picchiava parecchio, non risparmiando niente e nessuno: davvero non facile giocare con questo sole in faccia.

Arrivato ai campi erano già in corso le partite di Albert Ramos e Horacio Zeballos rispettivamente sui campi centrale e 1 : entrambi non hanno deluso il pronostico e hanno portato agevolmente le loro partite a casa con netti risultati e senza mai dare alcuna speranza ai propri avversari.

IMG_0278

…Albert Ramos in attesa di essere intervistato nel dopo gara…

Da sottolineare la signora in foto che prima mi ha chiesto in prestito la penna e poi l’ho dovuta rincorrere per tutto il circolo per ricordarle di ridarmele. Non fraintendete, non sono così taccagno semplicemente quella penna è stato un recente regalo della mia ragazza, beh almeno la parte maschile dei miei lettori avrà ora capito cosa e quanto rischiavo se non ritrovavo quella preziosa penna sana e salva. Non ho foto, ma il cameran della signora è da Guinnes (non vi svelo perchè, domani farò la foto 😉 ) : è guardando tipi come loro che capisco che forse un briciolo di possibilità di diventare quel che voglio lo ho in questo mondo. Mi tirano su il morale, inevitabilmente.

Per quanto riguarda Ramos nulla da dire: ottimo giocatore, si vede che è di livello superiore. I Challenger penso li faccia per passare il tempo, è decisamente più da Atp! Ha una personalità strana e la sua espressione pare sempre malinconica, anche quando sorride: mi ricorda uno di quei ritratti di Picasso, quei volti quieti ma al contempo misterioso e spaventosi. Tutto da scoprire.

Ottima partita anche per Horacio Zeballos, che proprio domani affronterà Ramos in una partita che si preannuncia di grandissimo livello: l’argentino oggi non ha concesso nemmeno le briciole all’avversario.

Ecco a Voi il punto con cui ha chiusa la partita, stradominata dalla prima all’ultima azione…

Per il pranzo si è unito poi ad Almagro (condividono lo stesso coach pare), i due sembrano molto ma molto amici o comunque si trovano bene insieme, c’è buon feeling.

Almagro che oggi non ho visto allenarsi, solo mangiare al ristorantino del circolo con la maglia del Genoa.

Finite le due prime sfide mi sono subito andato a gustare sul centrale Paolino Lorenzi.

Anche lui giocatore da Atp come Ramos e anche lui non ha fatto una piega, vincendo facilmente.

IMG_0294

…Lorenzi ben centrato in campo fin da subito…

Tra Lorenzi e Delic ho visto solo il primo set: il dislivello tra i due erano talmente enorme che era inutile perdere tempo, guardate qui…

Sono andato dunque al campo 1 dove ho trovato per mio stupore De Schepper sotto per 4 giochi a 1 contro un inespertissimo Caruso: tempo qualche game e ho capito che di clamoroso c’era ben poco.

L’italiano si è dimostrato grintoso e ha avuto più voglia di vincerla fin da subito.

Il francese quando si scambiava difficilmente faceva punto e, soprattutto nel secondo set, lo ha salvato solo un’ottimo servizio.

De Schepper meritava per il gioco mostrato in campo di uscire sconfitto con un netto 2-0: tuttavia la buona partenza nel secondo set e un servizio vincente che lo ha seguito per buoni 10-15 minuti hanno permesso a lui di portarsi sull’1-1.

Al terzo però non ha avuto nulla da dire: partito sotto 3-0 e abbandonato totalmente dall’unica arma che aveva oggi (il servizio appunto) non ha avuto più le forze di rialzarsi.

Grande lo sconforto del coach e della moglie (o compagna, questo non lo so…) che a fine gara avevano espressioni veramente deluse e amareggiate: lo stesso Kenny era molto deluso.

Mi hanno dato l’impressione però come se dietro a quelle espressioni non vi fosse stata la semplice delusione per una partita persa, quanto più problemi personali : in particolar modo il francese con la sua donna mulatta hanno passato circa due ore (senza pranzare) a conversare prima tra loro, poi al telefono lui e poi di nuovo tra loro.

SPY

…De Schepper e compagna in una lunga conversazione…

Nel frattempo, dopo la mia pausa pranzo (pennette al sugo e pollo con patate… gnamm niente male!) Cecchinato è riuscito a battere faticosamente (fin troppo) Giannessi sul campo centrale al tie break del terzo, ma io mi sono legato troppo alla partita tra Eremin e Giustino: Dodo (così chiamato dagli amici Eremin) ha perso per errori suoi il tie break del primo set, per poi andarla a vincere abbastanza agevolmente al terzo set per 7-5 : nel mio Gruppo Elitario ho proposto e vinto il ribaltone a quota quasi 6,00 live. Si capiva troppo l’andamento di questo match: dopo il tie break perso da Dodo nelle tribune c’è stato un malcontento generale: erano tutti, ma dico tutti, amici suoi!

Verso le 16 ho deciso di tornare in hotel per riposarmi e per tornare per la sfidona serale tra Donati e Haase.

aonx

Sfida che ha totalmente deluso le mie aspettative : durata poco meno di un’ora.

Haase ha giocato un tennis quasi perfetto, aiutato parecchio anche da un Donati non in giornata e con qualche acciacco fisico (chiamato un medical timeout, problema lieve al braccio dopo un servizio abbastanza scorbutico…).
Eppure Donati, nonostante tutto, è riuscito a darmi una buona impressione anche oggi: la potenza del suo colpo ormai non ha niente da invidiare nemmeno a giocatori come Haase, bisogna lavorare ormai solo su qualità e tecnica.

Donuts ha veramente un gran futuro…

Dopo una passeggiata lungo la costa genovese e un pezzo di focaccia con il formaggio (prodotto tipico della città, così’ dicono.. E BUONA…) sono tornato in hotel …

Buonanotte e a domani, per un’altra giornata intensa di tennis!

 

Commenti

commenti

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>